q disc

RICORDI E SOGNI DEL MIO VESCOVO
testi canzoni

LA VECCHIA MELODIA

La luce del crepuscolo vibrava misteriosa,
fischiavano i motori sul ginepro,
nel buio della sacrestia seduti sul granito,
baciavi con lo sguardo l’assoluto…
Pensare troppo a lungo ci potrebbe fare male!
I colpi di vibrafono si fanno più frequenti,
lo scuotere dei timpani diventa poderoso
e nella luce siderale il tempo s’addormenta tra l’omelìe dei monaci,
ma che comodità
Nur die alte Melodie lieben
die sich im Laufe der Zeit zeight
wie eine Pfeil
der dich durchdringen wird
Von Seite zu Seite
Dir das Hertz behrurend
segretamente, heimlich
evanescente, werschvimend
a poco a poco, Nacht und Nacht
 ricomparirà, wiederer scheinen wird
Amare solo la vecchia melodia
che si rivela nell’arco del tempo
come una freccia,
che ti trapasserà da parte a parte toccandoti il cuore,
segretamente, evanescente,
 a poco a poco ricomparirà…

torna in cima

ADONE

Oh lo lo lo lo
lo vidi in lontananza correre
ne ne ne ne
nella luna della solitudine,
planando leggero nell’eco nell’eco nell’e…
Adone rapito ho atteso per secoli
La la la la la
la tua purezza ti sorreggerà
 e nel plenilunio il mio fuoco t’assedia
risplende attorno a te

Stringimi nello slancio dell’oblio

Lo lo lo lo lo
lo vidi in lontananza correre
ne ne ne ne
nella luna della solitudine,
e l’onda crudele del tempo ti ha portato via,
Adone smarrito ti cerco da secoli.

torna in cima

AVE MARIA

torna in cima

MOTHERS CRY

Good bye, see you no more again
the tears run down like rain
run down like rain into the sea
of bitter memories

One ,two, three, four,
five, six, seven
all the children go to heaven
when they die
mothers cry…cry

torna in cima

LE COSE

Terrae
palidae
gemitus prufundus et vivus
inter illa labia
tinui crines
oscula rara
serena at pluvia
vultu plaena
madidi
at rides
hilaretur ut
et pellis sinus
amore
agitari nudi
Le cose che non si devono dire fra le labbra,
dietro ogni ghiaccio c’è un fiore che lotta…
nel rossore della bocca.
Le cose che non si devono dire fra le labbra,
in ogni amore c’è un cuore che ghiaccia…
su questa nebbia potremo volare…
senza gravità.

torna in cima

LAS SIRENAS

Ver otra vez, mitad de mi vida en esa madrugada
tal otra vez, con la noche incerta que corrìa lejana
como lieve sonido del viento…oh…oh…
se va, se va, un istante ultimo de luz y sombra
desvelado, el odor de oceano que se va alumbrando
cae pesao entre la rena a…a…a…
Las sirenas hermosas y sonadas
las sirenas manos entre las  manos
Las sirenas hermosas y sonadas
las sirenas, bocas sobre los labios.
Con el alba aparecias caìda de cansancio
loca sin dormir por el muy vivo amor.
Las sirenas.

torna in cima

CUORI RUBATI

In un solo passo, leggeri, si specchiano avvinti di complicità,
e lo spicchio tagliente t’appoggia ai capelli un riflesso incantevole,
nel buio battono pesanti
Cuori rubati alla noia, dimenticati da chi li tradì,
gioie e sospiri, pungenti e sottili,
che forse cadranno lontano…
su questo gelido tango fatale
ladro di amanti e di felicità,
stringendo i denti restiamo fedeli
al nostro sublime destino.

Izmedu sujetiliki i udaraca stisnuo bih
ruke i leticemo zajdno u bezkonacnost.

torna in cima

QUALE CALMA

Fra viali di gelso, spesso, cammino,
il sapore dell’estate che si spande tutt’attorno…
Kuwa non namiki wo
mukashi hitowà aruitetà…
Mi sa confinare nei suoi silenzi,
che fatica per trovare chi è capace di tacere…
Quale calma se il silenzio della strada m’abbandona
nell’imbroglio della sera ti ritroverò.
Fra viali di gelso c’è l’illusione
che, dal fronte occidentale,
s’avvicini temporanea
l’antica leggenda della libertà
nel torpore dell’estate
sonna kiboomo waitekuru
si potrebbe anche sperare.

torna in cima

DE-SUITE

torna in cima

IL NUOTATORE

Eccoti…adolescente,
scivoli…appena giorno
sulla spuma sinuosa,
azzurrata dall’alba,
all’ultimo brivido
di primavera.
Il sole batte sopra la tua fronte…e….e…
e i sonanti bagliori sull’acqua
filtrano in un profilo
come una lama incide la mia pelle…e…
Ti farò sapere a cosa aspira un nuotatore…
un nuotatore…un nuotatore…
Ti farò sapere in cosa crede un nuotatore
un nuotatore… un nuotatore…
che cosa vede di te,
che cosa sfugge spesso tra le dita.

torna in cima
chiudi